Menù di servizio

site map | ricerca | Accessibilità | login | it | en
Provincia di Prato - Centro Servizi Distretto Museale





Sezioni

Per Tipologia

Per Comune


Parco-Museo Quinto Martini a Seano

Storia e finalità

A 20 chilometri da Firenze, a tre dalla Villa Medicea di Poggio a Caiano,ai piedi delle ultime propaggini del Monte Albano, tra le belle colline carmignanesi, in un grande parco urbanisticamente inserito nell'abitato di Seano e nella natura, progettato dall'architetto Ettore Chelazzi e realizzato dall'Amministrazione Comunale di Carmignano con l'apporto dell'Assessorato alla Cultura della Provincia di Firenze, si trova il Parco-Museo, che ospita 36 opere in bronzo, ad affermare l'evoluzione di unsessantennio di lavoro dello scultore Quinto Martini. Vivono in questo incantevole spazio le sculture donate dall'Artista a testimonianza del suo amore al paese natale e alla sua gente. Non a caso Quinto Martini, nel suo breve intervento all'inaugurazione del Parco-Museo, il 22 maggio 1998, volle dedicare le sue opere alle donne e agli uomini di ogni paese"... il progetto del Parco-Museo di Seano è un'iniziativa importante, forse al di là di quanto i promotori stessi suppongono. In cosa consiste questo progetto? Nel creare uno spazio centrale e aperto, per attività diverse di tempo libero, uno spazio polisegnico, triangolazione di diverse funzioni sovrapposte, combinazione di materiali naturali e artificiali, e animato da una sequenza di sculture donate da un artista toscano profondamente legato alla realtà locale. Ciascuno di questi elementi, preso a sé, può ritrovarsi certamente in progetti, esperienze e realizzazioni fatte altrove; nel loro insieme, invece, essi configurano un caso esemplare, e forse persino alternativo rispetto alla pratica corrente. (...) Il Parco-Museo diventa insomma uno di quegli spazi di aggregazione di gruppo dei quali la città contemporanea è così carente. (...) Il Parco-Museo di Seano èrealmente alternativo: perchè sperimenta valori inconsueti nella pratica della città speculativa, e costituisce a questo titolo un'anticipazione, sia pure parziale, di una città diversa ..."

L'Edificio

Si tratta di una testimonianza importante del Novecento artistico italiano, che Quinto Martini ha percorso come protagonista dai primi decenni delsecolo fino alle ultime sculture degli anni Ottanta.
Il concetto di "spazio da utilizzare comunitariamente", con il quale il Parco-Museo è stato progettato, rappresenta una soluzione culturalmente avanzata e di notevole interesse urbanistico

Tipologia e storia delle collezioni

Con le sue 36 opere in bronzo, il Parco-Museo è in Europa uno dei più prestigiosi complessi scultorei all'aperto dedicati a un singolo autore

Opere di rilievo


Altre infomazioni



Copyright © Provincia di Prato